Lettori fissi

martedì 26 novembre 2013

PASTA RISOTTATA CON ZUCCA E SPECK

quando saltano tutti i piani di ferie che avevi fatto con tanto amore,
quando l'omo di casa ha mal di gola, bronchitella e gironzola per casa con faccia stravolta,
quando fuori piove e fa freddo,
quando è una domenica uggiosa e non si può uscire..
è il momento di trovare una ricetta confortevole, gustosa e calda per tirarti su il morale!
E sfogliando la mia rivista preferita, mese novembre 2013, ho trovato questa.. io adoro la zucca, l'omo di casa non proprio (diciamo la mangia se mescolata con altri sapori che la coprono), la topola se la mangia beata, lo speck fa tanto inverno e oggi pare proprio una giornata invernale.. insomma è la ricetta perfetta!
Ovviamente ora viene fuori il sole e per pranzo ci saranno 20°C che mangiare questo primo piatto sarà un'impresa.. ma tant'è ormai è deciso!
Vi lascio la ricetta così com'è scritta.. io però non l'ho risottata per mancanza di tempo, ho fatto il sugo classico e poi ci ho saltato le penne al dente!

Ingredienti:
320g pasta corta - 300g zucca - 1 porro - 1 limone - 1 rametto rosmarino - 3/4 foglie salvia - 100g speck - 1,2 litri brodo vegetale - olio EVO - 1 noce di burro - sale e pepe

Preparazione:
Pulire e ridurre zucca a dadini.
Lavare limone e grattugiarne la scorza.
Pulire porro e tagliarlo a rondelline.
Tagliare speck a fettine sottili.
Scaldare in una casseruola alta 2 cucchiai di olio in una casseruola, unire porro e un cucchiaio di listarelle di speck e far rosolare 3 minuti circa.
Aggiungere la zucca, scorza limone, salvia, rosmarino e far soffriggere per altri 3 minuti.
Unire la pasta (cruda) nella casseruola e cuocere altri 3 minuti.
Aggiungere brodo bollente fino a coprire la pasta, mescolare e cuocere a fiamma bassa per 5 minuti, poi versare altri 3/4 mestoli di brodo e proseguire la cottura altri 10 minuti, unendo il brodo di volta in volta finchè la pasta non è cotta.
Rosolare a parte il burro con lo speck rimasto per 1 minuto.
Quando la pasta è cotta, togliere dal fuoco, regolare di sale e pepe, irrorare con due cucchiai di olio, dividere nei piatti e completare con listarelle di speck.

per una versione più light rosolare lo speck in padella antiaderente SENZA burro, diventa ugualmente croccante!!

buon appetito con i colori dell'autunno!

1 commento:

  1. quello speck croccantissimo mi fa una gola immensa!
    ti abbraccio

    RispondiElimina

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.