Lettori fissi

martedì 18 dicembre 2012

NATALE 2012.. COME CAMBIANO LE TRADIZIONI



Se vi state chiedendo che fine ho fatto, tranquilli.. non sono scappata a Cuba, come sogno di fare da svariati anni, e nemmeno in posti più vicini.. son sempre in quel di Firenze e mi sto preparando al Santo Natale impazzendo tra Tessa e fornelli, ho ancora tre teglie di biscotti da fare, che con le altre due già pronte fanno 5 teglie da decorare, mini muffins da sfornare il giorno prima del "giro auguri", pandorini da fare per i miei vecchi nonni (e poi dicono che sono cattiva) e dolcetti vari da servire domenica con il tea e lo scambio di regali natalizi..
Poi se avanza tempo.. E DEVE AVANZARE.. ho un altro giro di gelatina di vino da fare e imbarattolare, perchè la mia dolce metà domenica scorsa mi fa "amore, senti.." (e già qui io tremavo al pensiero di cosa avrebbe detto dopo, conosco i miei polli) "stavo pensando di portare un regalino ai miei colleghi quest'anno.."
e io che nel frattempo ero in cucina a fare gli gnocchi (di cui mi son scordata di fare foto e post, ma vi assicuro che erano buonissimi, li ha mangiati anche Tessa) "mmm, bene, bravo!" pausa, criceti cerebrali che iniziano a elaborare quanto ha detto e "ma stai pensando a qualcosa di fatto da me?"
ed arriva la mazzata candida e serafica "sì, sei così brava.. pensavo alla tua gelatina di vino, sai è così buona e ti riesce così bene.."
("porca zozza e lurida bestia" penso io) "bello! E magari ci mettiamo anche una moscardini all'arancio, in un bel pacchettino trasparente con ficco rosso?" ironica
"MAGARI AMO!!!!" fa lui tutto contento
("ari porcazozza e lurida bestia" ricommento in labiale) "peccato che ho solo le mostarde fatte ieri, la gelatina di vino devo rifarla e mi mancano i vasetti"
(per la cronaca ho già usato TUTTI i vasetti degli omogeneizzati di 7 mesi di svezzamento Tessa, circa 120.. no comment)
"e va beh, ma di qui al 24 ce la fai, vero amo?"
ecco.. mi ha fregato perfettamente.. perchè LUI SA che io avrò finito di fare e impacchettare tutto entro sabato mattina al max, perchè da sabato dopo pranzo a domenica sera ci aspetta il GIRO DEGLI AUGURI e ho fissato con quasi tutti i nostri amici x vederci, anche brevemente, scambiarci gli auguri e regalini, per cui domenica sera sarò STRACOTTA!
Va beh, venerdì preparo la gelatina di vino per i tuoi colleghi, imbarattolo, etichetto e impacchetto.. poi peró lunedì 24 se decido di non alzarmi dal letto e lascio Tessa, la casa e tutto il resto nelle mani di mia mamma.. non ti arrabbiare eh amo? che forse sarò un pochetto stanca.. ma solo forse eh!

Per cui niente ricette in questi giorni frenetici, non ho tempo di fare foto, salvarle sul pc e scrivere post, anche perchè mia mamma deve stare dietro ai nonni che non stan bene e non può venire a tenermi Tessa, per cui ho i minuti contatissimissimi!
Spero di rifarmi post festività, ma intanto vi voglio raccontare il mio Natale..




Eh sì da quest'anno si cambia ulteriormente le tradizioni di famiglia, che già avevano subito un duro colpo lo scorso anno quando, causa nascita Tessa, io e il mio compagno avevamo trascorso il Natale a casa nostra, insieme, invece di dividerci come al solito io dai miei e lui con mamma e sorella..
Quest'anno si cambia di nuovo e in meglio direi!
Stufa di passare il Santo Stefano mangiando nuovamente, dopo il pranzo e la cena "spaventosi" del giorno di Natale, ho deciso di proporre ai miei parenti e ai suoi un compromesso geniale per accontentare tutti e tre i nonni che vogliono passare il Natale con la piccola Tessa, non stressare troppo la sottoscritta e far stare tranquilli i bisnonni che ormai da un paio di anni non escono più di casa e non hanno certo posto (o voglia) per una tavolata con le famiglie (mia e della dolce metà) riunite.
Così ecco l'ideale geniale che ho avuto per questo Natale e i futuri..


la Vigilia di Natale (sacra e inviolabile) la passeremo a casa nostra noi tre, con una cena leggera a base di pescefinto (tonno&patate) che mangerà anche Tessa e antipasti vari di pasta sfoglia per noi due, poi mettiamo Tessa a nanna, come al solito alle 21 circa e ci crogiuoliamo sul divano guardando "una poltrona per due" come tutti gli anni.. con spuntino di mezzanotte a base di cioccolata in tazza e fetta di panettone e silenzioso spacchettamento di regali (forse rimandato al giorn dopo per non svegliare la belva che dorme)!
il 25 dicembre invece, Natale, ci alziamo quando ci sveglia Tessa, latte e coccole per lei, poi mentre lei ridorme post colazione, noi facciamo colazione in tranquillità e passiamo i primi momenti della mattina di Natale in Santa Pace!
Quando si risveglia la belvetta ci prepariamo, prepariamo la sua pappa, la vestiamo per benino e con tutto l'armamentario del caso (lettino da campeggio, thermos e roba x pappa, seggiolone, borsa con cambi vari) andiamo a pranzo dalla mamma del mio compagno, la nonna Renata, dove ci sarà anche la zia di Tessa, sorella della mia dolce metà.. arriveremo verso le 11.30 in modo che nonna e zia possano giocare un po' con la creatura e lei possa prender confidenza con una casa che, purtroppo, conosce poco e devastare l'albero di Natale, poi a mezzogiorno Tessa mangerà la sua pappa e max alle 13 sarà messa a dormire, così potremo iniziare a mangiare noi "adulti".. 
il menù è già stato stabilito secondo tradizione di famiglia:
crostini toscani
Cappelletti in brodo (fatti da me e Renata il mercoledì precedente)
lesso con salsa verde e contorni
Panettone (quello buono)

poi chiacchiere e spacchettamento regali in attesa che Tessa si svegli dal suo pisolino post-prandiale!
quindi staremo un pò con la bimba, chiuderemo tutti gli abbriccichi e ritorneremo a casa nostra per le 16, in modo che Tessa possa far merenda a casa sua in tranquillità e possa giocare un po' nel suo ambiente e si rilassi..
quindi verso le 17.00 ci sposteremo nel palazzo accanto, a casa dei miei genitori (che a pranzo vanno a casa dei genitori di mio padre, per festeggiare con loro il Natale e farli sentire meno soli ed inutili) dove ci incontreremo anche con i miei zii (sorella di mia mamma e suo marito che a pranzo vanno dal babbo di lui, idem come sopra) e ci faremo per iniziare un bel tè caldo con lo stollen e poi chiacchiere, spacchettamento regali e giochi con Tessa fino alle 19.30 quando lei mangerà la sua pappa e dopo inizieremo la cena di Natale noi adulti..
in questo caso non so cosa mangeremo, penso che ci saranno:
tortellini in brodo
lesso con salsa verde, mostarda e sott'aceti
cotechino con lenticchie o purè
forse un po' di arista arrosto con verdure cotte tipo carciofi
frutta secca a GO GO, panettone, stollen, vin santo, spumante..

quindi belli satolli come porcelli ce ne torneremo a casa in tempo per mettere a nanna Tessa e stramazzare sul divano come due pitoni in digestione!

E il 26... NIENTE! A casa da soli tutti e tre a finire di digerire!

E voi come passerete il Natale?

2 commenti:

  1. Ciao, accidenti che lavoro che stai facendo. Io per ora devo solo preparare dei biscotti segnaposto per Natale. Noi non facciamo niente la Vigilia, anzi, andiamo a nanna il prima possibile. La mattina di Natale sveglia presto, appena i tre aprono gli occhi, e apertura pacchi, veloce veloce che alle 10 c'è la Messa. Poi auguri e spacchettamento dai nonni e pranzo tutti insieme da mio fratello (saremo 18, penso). Spacchettamento, giochi insieme e nel tardo pomeriggio, strisciando torneremo a casa. A Santo Stefano sempre dai nonni con i superstiti. Ah dimenticavo per il pranzo devo preparare un secondo, ma sto ancora cercando. Un abbraccio e Buon Natale.

    RispondiElimina
  2. è quasi peggio del mio natale!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.