Lettori fissi

martedì 19 aprile 2011

AGNELLO DOLCE

Qualche tempo fa mia zia di ritorno da Monaco mi ha portato questo bellissimo stampo per dolci a forma d’agnello..



 







neanche glielo avessi chiesto.. spettacolare!!

Questa donna è il mio mito da sempre..
con buona pace di mamma che è un po’ gelosa del rapporto che ho con sua sorella, ma d’altra parte la mamma è la mamma e la zia è la zia.. O NO?
E di sicuro voglio bene ad entrambe e spero di dimostrarglielo ogni giorno.. se poi così non fosse.. beh.. vedrò di rimediare.. AMO LE DONNE DELLA MIA FAMIGLIA!!!!
Tornando a noi.. dopo tre settimane di quasi latitanza dal piano di lavoro della mia cucina ho deciso di rimboccarmi le maniche e ricominciare piano piano a far da mangiare, partendo dai dolci che sono quelli che mi piacciono di più. Dopo un buon risultato con i muffins ho deciso che era arrivato il momento di tentare l’esperimento agnello-dolce e così, visto anche l’avvicinarsi della Pasqua, stamattina mi sono messa a prepararlo..
E iniziano subito i problemi! Perché sulla scatola c’è una ricetta che non mi convince molto (per fortuna anche in italiano) ve la scrivo:
100gr burro – 100gr zucchero – 1 bustina vaniglia – 1 pizzico di sale – 2 uova – 1 cucchiaino di rum – 60gr noci grattugiate – 60gr farina – 60gr amido per alimenti – 1 cucchiaino e ½ lievito

secondo me di farina ce n’era troppa poca in confronto al burro e alle uova, per cui ho deciso di guardare su internet se per caso ci fosse stata una ricetta simile per usare questo stampo.. dopo un po’ di false partenze L’HO TROVATA.. e si riferiva proprio all’utilizzo con questo tipo di stampi, per cui ho pensato “perfetto, questa è collaudata, la uso!”.. solo che nella lista degli ingredienti il proprietario della ricetta s’è scordato di segnare quanto zucchero ci vuole e non faceva cenno all’uso di lievito.. mmm… NON CI SIAMO..
ma non potevo mica scoraggiarmi così.. eh no! Non adesso che mi son decisa a farlo!
Per cui ho ripreso le dosi di zucchero e lievito dalla ricetta sulla scatola e le ho applicate a quella trovata su internet.. il risultato? QUESTO CHE SEGUE..
Ingredienti:
100gr farina (Molino Chiavazza) – 40gr fecola (io ho usato farina Manitoba del Molino Chiavazza)
½ bustina vanillina (usando lievito vanigliato non ce l’ho messa) – 1 cucchiaino e ½ lievito
75gr burro – 2 uova – 100gr zucchero – pizzico di sale – cucchiaino rum (facoltativo)
Preparazione:
Aprire lo stampo, imburrarlo e infarinarlo per bene, poi richiuderlo e posizionarlo sopra una teglia.
Accendere il forno a 180°C.
Amalgamare il burro ammorbidito con lo zucchero e il pizzico di sale (1), ottenendo una crema, poi unirvi le uova e il rum (2)e mescolare bene. Setacciarvi le farine con il lievito (3) e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
1
2

3
Con l’aiuto di un cucchiaio depositare l’impasto dentro lo stampo, partendo dalla testa e riempiendo tutti gli spazi. L’impasto arriva fino a 2/3 cm dal bordo.

Infornare per 40 minuti a  180°C.
Fare prova stecchino e lasciare raffreddare completamente all’interno dello stampo.
Una volta freddo aprire lo stampo e decorare l’agnello a piacere.

Per adesso l’agnello è in cottura.. ma appena lo tolgo dallo stampo posterò anche le altre foto.. non penso di decorarlo.. mi sembra già molto carino così.. al massimo posso fargli gli occhini e le orecchie come sulla confezione.. voi che dite?
Il forno mi reclama.. agnellino mio.. ARRIVO!!!
ecco.. l'ho appena tolto dal forno.. questo è il risultato dopo 40 minuti di cottura..
appena s'è raffreddato e lo libero dallo stampo vi faccio vedere com'è l'aspetto finale.. portate un po' di pazienza!!! Giusto un'oretta.. fatevi un giretto e ripassate di qua!
ECCOLO QUA.. IL MIO AGNELLO DOLCE!!!
che ve ne pare? a me sembra bellissimo..
e con questa splendida ricetta dall'aspetto pasquale, partecipo alla raccolta di ricette pasquali del Molino Chiavazza

 ah.. stasera per cena.. LASAGNE AL PESTO.. ma quelle ve le racconto domani!

7 commenti:

  1. Noooooooooo! Addirittura l'agnellino 3D! E' spettacolosooooooooooooo, troppo bello quello stampo! Però a me dispiacerebbe mangiarlo, è tenerissimo l'agnellino ^__^ Un bacione, buona giornata

    P.S. grande donna la zia :D!

    RispondiElimina
  2. Ho appena comprato anch'io quello stampo e lo devo inaugurare....il tuo agnellino è venuto una meraviglia!

    RispondiElimina
  3. e'bellissimo,complimentoni!!!

    RispondiElimina
  4. Lo stampo è stupendo!! E l'agnellino è venuto bellissimo!! Perfetto!!

    RispondiElimina
  5. Bravissima tu e la zia!!
    bellissimo
    un bacione Anna

    RispondiElimina
  6. Complimenti, una ricettina che fa subito Pasqua. Grazie e buona fortuna.

    RispondiElimina
  7. complimenti!!!!!unita ai tuoi lettori ricambi?
    http://assaggi-incucina.blogspot.it/

    RispondiElimina

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.