Lettori fissi

martedì 2 febbraio 2016

ZUPPA DI FEBBRAIO: ZUPPA DI CAVOLO ROMANESCO

Secondo appuntamento con "una zuppa al mese".. visto la stagione non poteva mancare una zuppa di cavolo, in particolare di cavolo romanesco, più delicato del cavolfiore e con un aspetto decisamente divertente anche per i più piccoli.
ne ho già parlato qualche tempo fa di questo cavolfiore, ma non vi ho detto che ha un sacco di proprietà benefiche, è ricco di sali minerali e vitamine e, come i suoi parenti, si vocifera che faccia bene come antitumorale (certo se ne dovrebbe consumare una quantità molto alta, ma tutto fa..)!
Dopo averlo utilizzato come condimento per le orecchiette, come personaggio principale in uno sformato, stavolta lo uso in questa gustosissima zuppa adatta a tutti i palati, vegan compresi!


Ingredienti:
1/2 cavolo romanesco - 1 patata - 1/4 cipolla - 1 spicchio aglio - 250ml brodo vegetale - 3 cucchiai panna vegetale (o latte di riso) - qualche crostino di pane saltato in padella con olio
Preparazione:
Tagliare a pezzetti il cavolo romanesco, pelare e ridurre a dadini la patata.
In una pentola far soffriggere in un po' di olio la cipolla tritata e l'aglio a fettine sottili.
Una volta che la cipolla è diventata trasparente aggiungere il cavolo e la patata, far rosolare qualche secondo, poi aggiungere il brodo e lasciare cuocere scoperto per una ventina di minuti, finchè la patata diventa tenera.
Lasciar raffreddare un pochino, poi frullare fino ad ottenere una crema morbida, quindi aggiungerci la panna o il latte e far ricuocere qualche minuto per addensarla.
Servire con i crostini di pane sopra.


1 commento:

  1. Ciao Paola, non ho mai fatto la zuppa di cavolo, è da provare!

    RispondiElimina

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.