Lettori fissi

lunedì 4 luglio 2011

4° SFIDA NASO DA TARTUFO'S KITCHEN

17 giugno - 20 luglio 2011

Avete presente come funziona una staffetta? Ci sono tot compiti da eseguire, uno fa il compito A, un altro il compito B, quell'altro il compito C ...finché i compiti non sono completati. Ovviamente se si è in 8 ed i compiti sono 10 qualcuno dovrà eseguirne due...può essere uno svantaggio o può non esserlo! Allo stesso modo OGNI SQUADRA AVRA' 8 SFIDE DA SOSTENERE IN UN MESE E 3 GIORNI...OGNI PARTECIPANTE DEVE SOSTENERNE ALMENO 1 ED IN OGNI SFIDA POSSONO ESSERCI AL MASSIMO 2 COMPONENTI DELLA STESSA SQUADRA...QUINDI SE I PARTECIPANTI SONO 11 E LE SFIDE SONO 8 IN 3 SFIDE CI SARANNO 2 COMPONENTI DI QUELLA SQUADRA...PER OGNI SFIDA VERRANNO GIUDICATI 2 VINCITORI E 2 PERDENTI. PER OGNI SFIDA CI SARA' UN CANDIDATO ALL'ELIMINAZIONE. TRA gli 8 CANDIDATI ALL'ELIMINAZIONE FINALI, SOLO 6 LASCERANNO IL CONCORSO: IN QUEST'ULTIMA DECISIONE INFLUIRA':
- LA PRESENZA DI PIU' ELIMINATI IN SQUADRA (1 PUNTO IN MENO PER OGNI ELIMINATO)
- LA PRESENZA DI MENO VINCITORI IN SQUADRA (1 PUNTO IN PIU' PER OGNI VINCITORE)
- IL PUNTEGGIO DATO DAI GIUDICI NELLE SFIDE (PER ESEMPIO, 5 E' MEGLIO DI 4,5)

TUTTO CHIARO? LE SFIDE VERRANNO VALUTATE TUTTE INSIEME TRA 1 MESE E 3 GIORNI.

Se i partecipanti sono 10 e le sfide 8, allora per 2 sfide ci saranno 2 partecipanti   invece che uno.  Questi partecipanti faranno ricette diverse per la stessa sfida. In ogni squadra viene deciso chi partecipa a cosa.
 ECCOCI.. ci risiamo.. Benedetta e Martina continuano imperterrite ad inventarsi le sfide più pazze che gli passano per la testa e noi.. OBBEDIAMO!
Tra le otto tappe di questa sfida io ho deciso di accaparrarmi la

SFIDA PECHINESE
Realizzare un piatto della cultura cinese - giapponese - asiatica in generale, curando anche la presentazione. In questo caso viene giudicata la foto finale e la ricetta.



Il perchè di questa scelta? vari..
in primis il mio amore folle per le sperimentazioni etniche e la cucina cinese, che ho sempre mangiato in rosticceria o al ristorante e mai avevo fatto con le mie manine..
in secundibus perchè essendo stata obbligata a starmene a letto buona e tranquilla non posso  avvicinarmi alla cucina e avrei dovuto abbandonare la mia squadra di Jaime Oliver al suo destino, se Benedetta non mi avesse autorizzato ad utilizzare una ricetta già postata ed attinente alla sfida.. per cui ho colto la palla al balzo ed eccola qua la mia ricetta per questa sfida..
un ringraziamento particolare alle donne della mia squadra.. SIAMO FORTISSIME!!!
RAVIOLI AL VAPORE


come nasce questa ricetta?
dalla mia voglia di sperimentare, provare, odorare, assaggiare cose sempre nuove e diverse.. e dalla voglia di ravioli cinesi che mi ha assalito un giorno e non mi ha più lasciato!
Certo la cucina cinese non è semplice, perchè l'uso della wok è sempre stato una sorta di mistero per me, nonostante ce l'abbia in casa con tutti i suoi accessori, anche perchè quel  “retrogusto” di non si sa cosa che c’è" nei piatti del ristorante o della rosticceria cinese non si riesce a riprodurre
in casa.. sarà perché le pentole non le lavano mai? meglio non porci questi quesiti, mangiare e zitti..
Avendo trovato una ricetta abbastanza semplice per farli, mi sono finalmente decisa e ho comprato gli ingredienti per sperimentarla.. ovviamente facendo le mie debite modifiche e mischiando farina 00 con farina di riso, per dargli quel gusto "esotico" in più!
Prima di dirvi come ho preparato i ravioli, sarà bene darvi gli ingredienti.. con le mie modifiche!
Ingredienti:
x pasta: 250gr farina 00 (io 125gr farina 00 + 125gr farina di riso) – 150 ml acqua – sale q.b.
x ripieno: 400gr carne macinata di maiale e manzo – 1 porro – 1 cipolla – semi di sesamo (1 cucchiaino) – zenzero fresco q.b.– 100gr cavolo verza – sale q.b. – 3 cucchiai salsa di soia - 1 cucchiaio olio semi 

Preparazione:
Per prima cosa si comincia tirando fuori tutti gli ingredienti che mi occorrono, pesandoli e tenendo a portata di mano pentole e padelle..

Quindi iniziamo con la preparazione del ripieno, tritando finemente verza, cipolla e porro, facendomi aiutare dal tritatutto manuale che è una vera figata, anche se spezza un po' i polsi!

Poi in una padella con un po’ d’olio si fanno stufare le verdure (io prima ho tostato i semi di sesamo), quindi vi si aggiunge la carne e la si fa rosolare bene, aggiungendo salsa di soia e zenzero fresco a piacere, a fine cottura si dosa il sale.
Lasciate raffreddare il ripieno, cercando di non mangiarselo tutto nel frattempo, visto che anche così è veramente buonissimo,
e iniziamo a fare la pasta
ripieno pronto
l'impasto della pasta:


In una ciotola lavorare le farine con un cucchiaino di sale e un cucchiaio d’olio e unire l’acqua un po' alla volta, fino ad ottenere uncomposto abbastanza elastico e non appiccicoso (io ho usato meno acqua di quanto previsto). Fare una palla e lasciar riposare una decina di minuti.
Stendere la pasta, con macchinetta o mattarello, ad un’altezza di 2 mm, più di quanto si fa per le tagliatelle o i ravioli normali, altrimenti in cottura si rompono.

Tagliarla con disco apposito, mettere un cucchiaino di composto al centro e chiudere i ravioli.


I ravioli pronti li ho messi tutti in fila su una lastra di compensato, coperto da uno strofinaccio, in modo che non si appiccicassero tra loro e si asciugassero per bene.. me ne sono venuti circa 50..
..ho invaso casa di ravioli  ^__^ !!!




Per la cottura: se avete la wok metteteci tre dita d’acqua sul fondo, poi appoggiate l’apposito cerchio per cuocere a vapore, copritelo con foglie di verza e su queste posizionate i ravioli da cuocere, ma occhio..
i ravioli non devono entrare in cottatto con l'acqua di cottura!!!
IMPORTANTE i ravioli devono essere adagiati sulle foglie di verza e ben distanziati tra loro perché tendono ad incollarsi e poi si rompono!!!
Chiariamo i minuti di cottura.. io intendo l’inizio cottura da quando l’acqua inizia a bollire sotto le foglie di verza e posiziono i ravioli sopra, mettendo poi il coperchio.. dunque per la variante con farina 00 + farina di riso la cottura è sui 10 minuti, mentre nella ricetta originale con solo farina 00 i minuti di cottura sono 15 circa.. poi fate voi.. saranno cotti quando diventano traslucidi!!

Appena fatti (erano le 18 circa) ho voluto testare i minuti di cottura e me ne sono preparata 4..
vi piace come scusa? A me tanto..
 Come accompagnamento ho preparato una salsa di soia allungandola con aceto di riso e acqua e appena cotti i ravioli e fatte le foto di rito, me li sono mangiati come “merenda tardiva”.. BUONISSIMI!!



La farina di riso conferisce loro un sapore un po’ “particolare”.. ma per il resto sono esattamente gli stessi che mangio in rosticceria o al ristorante cinese..
 Ne abbiamo mangiati in tutto una ventina e gli altri li ho messi nel congelatore!
Per usarli post congelamento vanno lasciati scongelare su piatto di polistirolo, distanziati tra loro, poi si possono cuocere sia al vapore che in padella antiaderente senza olio.. per la seconda volta ho optato per farli in padella.. vengono buonissimi ugualmente, ma freschi appena fatti sono tutta un'altra cosa!
E la prossima volta voglio provare a farli solo con la farina 00, per sentire la differenza di sapore! Ma del ripieno non cambio una virgola!!!

IN BOCCA AL LUPO SQUADRA PER QUESTA QUARTA SFIDA!!!

1 commento:

  1. questa la vedo bella impegnativa...in bocca al lupo!!

    RispondiElimina

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.